Blocchi di comando

Flavio Moretti
Flavio Moretti

Blocchi di comando

Forse ti sei già chiesto come far funzionare questi misteriosi blocchi per la gioia dei mappatori. Il loro funzionamento non è così complicato da capire se ci prendiamo il tempo di guardarli.

Cos’è questo blocco?

Il blocco dei comandi, introdotto in Minecraft dalla versione 1.4, è probabilmente il blocco più complesso e potente del gioco. È tanto più interessante che quasi ogni nuovo aggiornamento apporti nuove funzionalità. L’unico (ma non meno importante) utilizzo di questo blocco è eseguire, previa attivazione della pietra rossa, comandi come “/ give” o “/ tp”. Il blocco ha caratteristiche fisiche “normali” e pietra rossa standard: reagirà normalmente se viene utilizzato come inverter o come porta logica (questo dettaglio è particolarmente utile per i circuiti di compressione). Sebbene sia utile principalmente per creare una mappa, può essere interessante sapere come manipolare questi blocchi. È anche utile sapere che se la pietra rossa è stata creata per imitare i sistemi binari come circuiti stampati, i blocchi di comando stessi sono più vicini alla programmazione. Nota: tutto ciò che è menzionato in questo articolo si applica a una versione standard di Minecraft ma non è garantito che tutto funzioni correttamente su un server in bundle o su un gioco modificato, con modalità come “Comandi per giocatore singolo”.

Le basi

Per impostazione predefinita, i blocchi di comandi sono disabilitati su un server. Se vuoi gestirli in multiplayer, devi aggiungere nel file “server.properties” (che si trova nella stessa directory dell’eseguibile) la riga “enable-command-block = true”. Solo, i blocchi di comando sono già attivati. Non è possibile creare questo blocco e non è presente negli inventari creativi. Quindi l’unico modo per ottenerlo è eseguire il comando “/ give [joueur] 137 “. La sua interfaccia, visibile facendo clic con il tasto destro sul blocco, consiste in un campo di scrittura per inserire il comando, una piccola parte “promemoria” che ti verrà spiegata in seguito, un pulsante “finito” (in grigio sull’immagine ) che consente di interrompere il salvataggio e il pulsante “Annulla” per interrompere senza salvare.

Un’interfaccia un po ‘sobria.

I comandi eseguibili di questo blocco sono gli stessi disponibili per i maggiori diritti del giocatore, ad eccezione di alcuni comandi amministrativi (come “/ stop”) e “/ kill”, un comando è presente anche solo per i blocchi. : il “testfor”, che verrà spiegato in dettaglio in seguito. La “/” davanti ai comandi è facoltativa. È anche possibile rinominare i blocchi con un’incudine per farli “parlare”.

Utile nella narrazione, giusto?

Quando inserisci i tuoi comandi (solo chat), ricordati di usare il tasto “tab” per eseguire automaticamente il comando che hai digitato, questa caratteristica è molto utile se ricordi solo l’inizio di un Ordine. I blocchi di comando funzionano su un sistema di destinazione, questo è ciò che si trova nel cheat sheet sull’interfaccia dei blocchi. Sono disponibili tre oggetti e parametri per perfezionare le ricerche.

– La “@p” mirerà ai giocatori più vicini.

– “@r” sceglierà come target uno o più giocatori selezionati in modo casuale.

– “@a” sceglierà come target tutti i giocatori.

Tutti questi obiettivi sono governati da parametri sufficientemente complessi ma molto importanti per selezionare specificamente i giocatori desiderati. Questi parametri devono essere inseriti tra parentesi quadre, subito dopo la mira, separate l’una dall’altra da virgole.

– “x =” | “Y =” | “Z =” viene utilizzato per fornire il centro dell’esempio di ricerca: @p[x=30,y=120,z=-500] selezionerà il giocatore più vicino a quella posizione.

– “r =” | “Rm =” fornisce il raggio o la dimensione dell’area di ricerca, “r =” indica il massimo, mentre “rm =” indica l’esempio minimo: @p[r=10,rm=3] cercherà il giocatore più vicino (di default per blocco) situato a meno di 10 blocchi dal comando e più di 3 blocchi.

– “c =” indica il numero di giocatori selezionati esempio: @p[c=2] cercherà i due giocatori più vicini al blocco.

– “l =” | “Lm =” specifica il livello massimo e il livello minimo (rispettivamente), i valori inseriti sono in punti esperienza e non in livelli, ad esempio: @a[l=1000,lm=500] cercherà tutti i giocatori con tra 500 e 1000 punti esperienza.

– “m” indica il gameplay, la sopravvivenza vale 0, la creatività vale 1 e l’avventura vale 2 esempio: @p[m=2] cercherà il giocatore in modalità avventura più vicino al blocco.

Con l’avvento del quadro di valutazione sono emersi nuovi parametri ad essi correlati (questi parametri richiedono manipolazioni a monte per inizializzare i target):

– “score_nom =” e “score_nom_min” (sostituire “nome” con il nome del target che si desidera testare) vengono utilizzati per indicare il numero massimo e minimo di punti (rispettivamente) che i giocatori devono avere nell’esempio dell’obiettivo specifico: @ a[score_meurtre=10, score_meurtre_min=5] cercherà tutti i giocatori con un numero compreso tra cinque e dieci punti nell’obiettivo “omicidio”.

– “squadra = nome” e “squadra =! nome” selezionano i giocatori che sono o non fanno parte della squadra il cui nome è stato inserito invece di “nome” esempio: @a[team=france, team=!paris] cercherà giocatori che fanno parte della squadra “Francia” ma non della squadra “Parigi”.

Le regole

Ci sono 7 “regole del gioco” che influenzano il fuoco, i mostri o altri:

“/ Gamerule doFireTick true / false” abilita o disabilita la propagazione del fuoco,

“/ Gamerule doMobSpawning true / false” abilita o disabilita la generazione di mostri,

“/ Gamerule doMobLoot true / false” abilita o disabilita gli oggetti trovati uccidendo mostri,

“/ Gamerule doTileDrops true / false” abilita o disabilita l’aspetto dei blocchi che possono essere raccolti dopo che un blocco esplode,

“/ Gamerule commandBlockOutput true / false” abilita o disabilita messaggi come [@: Given Stone (ID 1)*1 to LenainPACA],

“/ Gamerule keepInventory true / false” abilita o disabilita la conservazione dell’inventario dopo la morte (i livelli rimangono anche se questa regola è abilitata),

“/ Gamerule mobGriefing true / false” abilita o disabilita la distruzione / furto di blocchi da parte dei mostri.

Elenco dei comandi

Questo elenco non è esaustivo, presenta solo i comandi ritenuti utili, il gioco ne ha alcuni la cui utilità è difficile da definire, questo elenco inoltre non presenterà i comandi che sembrano inutili ai blocchi di comando.

  • “/ Diru »Invia un messaggio privato a se è connesso.
  • “/ Cancella [objetid] »Elimina l’inventario di , solo [objetid] se viene specificato il valore di identificazione (ID).
  • “/ Difficoltà 0/1/2/3” imposta la difficoltà del server, 0 silenzioso, 1 facile, 2 normale, 3 difficile.
  • “/ Effetto »Colpisce il giocatore dell’effetto specificato (scritto sotto forma del suo identificatore, ad es. 14 per invisibilità), per secondi, il livello specifica la potenza dell’effetto (dall’effetto 1 alla potenza 255 (il massimo) corrisponde una sorta di iperveloce) si ottiene una durata infinita inserendo 999.999 secondi.
  • “/ Gameplay 0/1/2 »Assegna la modalità di gioco 0 (sopravvivenza), 1 (creativa) o 2 (avventura) a .
  • “/ Donu “Dare (sotto forma di ID oggetto) a .
  • “/ Punto di spawn xyz “definisce l’aspetto di alle coordinate x, yez, se non specificato, al posto del comando.
  • “/ Impostazione dell’ora »Definito come un momento della giornata.
  • “/ Toggledownfall” attiva o disattiva la pioggia.
  • “/ Tp “Teletrasporto a, un altro giocatore ( ) oa coordinate specifiche ( ).
  • “/ Xp / L “Dare dall’esperienza in , se inserisci “L” dopo quanto, il valore diventa livelli di esperienza e non indica più.

Tabelloni

Esempio di tabellone.

Sebbene i blocchi di comando non siano necessari per il loro funzionamento, è comunque utile sapere come utilizzare queste tabelle, anche solo per mostrare il numero di uccisioni o omicidi per ogni giocatore in una partita su qualsiasi mappa. Poiché il tabellone è qualcosa di estremamente teorico, è consigliabile testare i comandi in gioco. Tutti i comandi relativi al tabellone segnapunti iniziano con “/ scoreboard” e seguono tre distinzioni: – “/ scorecard mira” con, da posizionare dopo i “bersagli”. “:

  • “Elenco” per vedere i target esistenti,
  • “Rimuovere “Per rimuovere l’oggetto” nome “,
  • “Inserisci Per creare un oggetto con il nome e il tipo specifici.

Esistono cinque tipi di bersagli: “imitazione” i cui valori sono gestiti manualmente, da comandi eseguiti da blocchi di comandi o dal giocatore, “conteggio morti” che è il numero di giocatori morti, “playerKillCount” calcola il numero di giocatori uccisi , “totalKillCount” elenca il numero di giocatori e mostri uccisi, e la “salute” vale i punti vita di ogni giocatore, non può essere manipolata dai comandi (non puoi cambiarne il valore).

  • Il comando “/ obiettivi del tabellone segnapunti imposta uno schermo »Mostra il punteggio dei giocatori nell’obiettivo scelto ( ) nel luogo indicato. Le posizioni sono: “elenco” a destra degli pseudonimi quando viene premuto il “tab”, “belowname” sotto lo pseudonimo del giocatore, “barra laterale” in una tabella, a destra dello schermo. Non è possibile visualizzare due oggetti nello stesso posto.

– “/ board player”, che gestisce la manipolazione dei punteggi in relazione ai giocatori:

  • “Impostato »Attributi al valore in,
  • “Elimina / aggiungi »Rimuovi o aggiungi punti a en ,
  • “Ristabilire »Rimuove tutti i valori da tutti gli oggetti di , rimuovendolo contemporaneamente dagli slot della schermata del punteggio.

– “/ scorecard teams” che governa le squadre:

  • “Elenco” fa un elenco delle squadre e dei giocatori partecipanti,
  • “Aggiungi Rimuovi »Aggiungi o rimuovi la squadra ,
  • “Aderire “Aggiunge alla squadra
  • “Va via “Elimina della squadra di cui fa parte
  • “Opzione friendlyfire true / false »attiva o disattiva friendlyfire su un computer
  • “Opzione colore “ti permette di cambiare il colore di , i colori devono essere inseriti in inglese, ci sono molte opzioni di scrittura.
  • “Opzione seeFriendlyInvisibles “true / false” consente o non consente al giocatore della stessa squadra di vedersi nonostante l’invisibilità.

Un elenco di comandi che potrebbero esserti utili anche se non vuoi controllare le classifiche:

  • “/ Le tabelle di destinazione devono essere aggiunte Player’s goalCillCount “e” / leaderboard impostano la sidebar / list “Consentono di visualizzare il numero di uccisioni dei giocatori in una tabella a destra dello schermo (barra laterale) o nell’elenco visualizzato con il tasto” tab “.
  • “/ Le tabelle di destinazione devono essere aggiunte obiettivi di salute “e” / scoreboard impostare una playlist / nome »Consenti di mostrare i punti vita dei giocatori, sotto il loro nome (nome) o con il tasto Tab.
  • Ecco come creare e utilizzare i team:

Queste linee sono personalizzabili.

Tecniche avanzate

Queste tecniche richiedono la padronanza delle basi, ovviamente non tutte sono elencate, ne vengono create di nuove ogni giorno, ma eccone alcune utili e non necessariamente ovvie. Il “/ testfor” non è una tecnica ma un comando di blocco complesso ma interessante: permette, se un comparatore è posto all’uscita del blocco, di testare i parametri, se uno (o più) player si trova seguendo i parametri, un flusso apparirà nel comparatore, permettendoti di aggiungere un altro blocco che funzionerà solo se il primo blocco è corretto. Al contrario, il comando testfor richiede non continuo attivazione redstone: dovrai trovare un modo per collegare il blocco, a un loop, a un pulsante o qualsiasi altra cosa.

I tabelloni hanno una funzione estremamente utile per i blocchi di comando, grazie ad essi possiamo creare variabili, e quindi condizioni, anche loop … Infatti, dichiarando un tipo di oggetto “imitazione”, possiamo dare manualmente valori da indicare, per Ad esempio, alcuni teletrasporto sono disponibili solo se il giocatore ha sperimentato determinate posizioni. Quindi, testando poi l’oggetto “imitazione” creato, è possibile tramite i parametri stabilire un sistema di condizioni.

Esempio di condizioni, in un editor di testo

Se un comparatore di pietra rossa è posto all’uscita di un blocco che esegue un comando con parametri (di tipo @p[x=120,y=60,z=60,r=3] ad esempio), nel caso in cui il blocco trovi un giocatore e gli assegni il comando, in uscita apparirà una corrente di alimentazione pari a una, questa corrente si spegnerà solo nel caso in cui il blocco si riattivi ma non trovi un giocatore che non risponde .

I blocchi di comando possono essere utilizzati per realizzare sistemi wireless, attraverso obiettivi o livelli di esperienza.

Ti è stato mostrato come usare i blocchi di comando, ma padroneggiarli è solo una questione pratica. Quindi dopo un po ‘sarai in grado di creare esattamente ciò di cui hai bisogno. Si consiglia inoltre vivamente di visitare mappe familiari per trarre ispirazione dai sistemi utilizzati. Ora sei pronto per creare tutto ciò che desideri.

Riconoscere per dare questo post!
Totale: 1 Media: 5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *