Noctis

Marena Bruno
Marena Bruno

Noctis

“Nell’anno 398 della seconda epoca, gli antichi Uldannar schiacciano gli Uomini nel Nord, mentre nel Sud appare una nuova religione … Ma nessuno può dire le vere intenzioni del suo dio.”

Buongiorno e benvenuti a voi, cari lettori, per questo articolo di presentazione della web series Noctis. Sarebbe un peccato perdere questa perla cinematografica di Minecraft in lingua francese, sapendo che è abbastanza raro trovare progetti del genere nel mondo di lingua francese. Ma il Comunità creativa ha deciso di distinguersi con un lavoro di qualità! Di certo non rimarrete delusi!

Per dirla semplicemente, Noctis è una macchina di “fantasia oscura“Completamente girato a Minecraft. Devi sapere che l’idea di base del progetto risale a molto tempo fa, sapendo che la sceneggiatura è stata scritta per la progettazione di un gioco RPG Maker poi. L’idea si è evoluta nel tempo ed è stata adattata a una serie con un ottimo strumento creativo che tutti sappiamo esiste: Minecraft !

Per un’anteprima del primo episodio, ecco il trailer:

Universo

Un universo molto ben pensato secondo un’idea originale di Quentin Salmon, dove governano gli esseri umani e gli esseri soprannaturali. Un mondo dove la vendetta è all’ordine del giorno e dove magia e religione si svolgono in perfetto equilibrio, o quasi. Tutto questo adornato con set da maestro, grandi costumi e atmosfera di grande successo, pesa! C’è anche un’enorme quantità di lavoro sugli effetti sonori e sulla musica che consente all’ascoltatore di immergersi nell’universo di Noctis, e non è un’impresa da poco!

Noctis era in passato un universo scritto per la creazione di giochi RPG Maker VX Ace con alcuni membri che ora fanno parte della Creative Community. Li ha ispirati Il mago, Warcraft iii, Game of Thrones (che è stata una grande fonte di ispirazione), Il Signore degli Anelli, Cristallo scuro (un film fantasy fatto con le marionette), così come il libro Bankverda scritto da Thierry Di Rollo. I riferimenti sono cambiati molto poco nel tempo, quindi è possibile riconoscere alcuni aspetti di questi giochi, film e libri nell’universo della serie, ma cercano comunque di allontanarsene il più possibile.

La storia unisce diversi popoli distinti, ciascuno con la propria visione del mondo, la propria cultura, la propria lingua e così via. a volte molto contrario agli altri, quindi questo è ciò che sviluppa un certo odio tra i popoli. La magia, che è una parte molto importante di Noctis, è estremamente realizzabile. L’obiettivo non è far oscillare gli incantesimi in tutte le direzioni, ma piuttosto dare un prezzo alla magia, dobbiamo quindi assicurarci di un equilibrio delle cose per non travolgere questo aspetto.

Per maggiori dettagli sull’universo della serie, vi invito a guardare questo:

Le decorazioni

Non possiamo parlare di Noctis senza guardare attraverso i suoi set. Come molti di voi sanno, costruire non è un compito facile e veloce per una tale qualità di lavoro, non ci vogliono poche ore per raggiungere i propri obiettivi. Sembra che un’immagine valga più di mille parole, quindi ecco alcune illustrazioni che mi sono state gentilmente inviate dalla Creative Community per rappresentartela:

5

2

4

7

9

8

Effetti visivi

Gli effetti visivi sono ovviamente altrettanto importanti nella progettazione di una serie. Permettono di aggiungere più dettagli e migliorare l’atmosfera già presente durante le riprese. Hanno messo sul loro canale un video che mostra su alcune scene del primo episodio il lavoro svolto con le telecamere. È davvero impressionante!

L’intervista

Dopo il contatto con la Creative Community, ho avuto l’opportunità di inviare loro alcune domande di intervista, ecco cosa mi hanno risposto:

Cominciamo scoprendo un po ‘di più su di te. Presenta rapidamente Creative Community e i suoi obiettivi a breve e lungo termine:

Benjamin Maublanc (Presidente della Creative Community) – CreaCom è un’associazione fondata nel febbraio 2013 da Benjamin Maublanc e Lucien Gillonnier. L’obiettivo era garantire la produzione della nostra prima serie di reti di macchine, StarCube: Galaxy, e lavorare allo sviluppo di altri progetti altrettanto ambiziosi, di cui Noctis fa parte. Dopo quasi tre anni di esistenza, lo studio riunisce più di trenta membri appassionati e talentuosi in molti settori diversi (sceneggiatura, regia, musica, costruzione, ecc.). Lavoriamo fin dai primi mesi di esistenza su Noctis, una serie la cui distribuzione è appena iniziata parallelamente alla sua produzione. Da giugno 2014 stiamo anche lavorando alla produzione della prima stagione di StarCube: Galaxy, che rilasceremo alla fine del 2016.

I membri del progetto sono amici di base o piuttosto persone riunite per lavorare? Ci sono collegamenti creati o rafforzati nel team come risultato di questo progetto?

[spoiler]Benjamin Maublanc (Presidente della Creative Community) – Quando ho co-fondato l’associazione, nel febbraio 2013 con Lucien Gillonnier, eravamo sicuramente cinque amici che pensavano ci fosse qualcosa di carino da fare con i machinima. Successivamente, lo studio ha reclutato molte persone. La stragrande maggioranza degli attuali membri non si conosceva prima di incontrarsi nell’associazione. In effetti, è anche un’opportunità per noi di scoprire persone interessanti, talentuose e appassionate.

Nicolas Taburno (Direttore di Noctis) – Per la maggior parte non ci conoscevamo prima di entrare a far parte dell’associazione, ma ovviamente le amicizie si sono sviluppate nei quasi 3 anni in cui alcuni si erano conosciuti. C’è un’atmosfera molto amichevole per tutti i tipi di personaggi. Purtroppo, nel caso di Noctis, è stato dolorosamente necessario accettare la prolungata scoperta a contatto con due scrittori megalomani, cosa non facile, ve lo assicuro (ride) …

Fran1cois Javerliat (scrittore di Noctis) – Passiamo il nostro tempo abbassandoci al livello basso del regista, in modo che le sue immagini non si macchino rispetto a una storia così perfetta. Inoltre, ci piace fare qualche escursione IRL quando possibile (soprattutto escursioni al cinema dove mi diverto a sputare film … con fastidio dei miei compagni! (Ride))

Quentin Salmon (scrittore e creatore di Noctis) – La maggior parte delle persone che lavorano al progetto si sono incontrate quando sono entrate a far parte dell’associazione, e questo è il caso di noi tre. D’altra parte, conoscevo già alcune persone come Alexis Comte (Ylmir), un compositore, e Pierrick Petitdemange (Hareck), il nostro landformer, prima di entrare in CreaCom. Con questi quasi 3 anni di lavoro congiunto, infatti, sono state create molte connessioni e personalmente vedo CreaCom come una grande famiglia.[/spoiler]

Ci sono sceneggiatori, registi e altre professioni che compongono il mondo del cinema. Hanno intenzione di farne la loro professione in seguito? O è già così per alcuni? Hai scoperto una nuova passione grazie a Noctis?

[spoiler]Nicolas Taburno (Direttore di Noctis) – Non esattamente il lavoro su Noctis, ma piuttosto la creazione di un altro machinima di Minecraft che mi ha fatto entrare nel mondo dell’audiovisivo alcuni anni fa. Da allora studio come redattore, ruolo che svolgo anche all’interno del progetto.

Fran1cois Javerliat (scrittore di Noctis) – Ci sono tutti i profili. Ora sto studiando regia, ma molte persone non vogliono che sia il loro lavoro. Per coloro che vogliono essere professionisti (o che lo sono già), non ho proprio l’impressione che la loro passione sia nata all’interno dell’associazione, ma possiamo star certi che contribuisce a sostenere questa fiamma.

Quentin Salmon (scrittore e creatore di Noctis) – La mia passione per l’industria audiovisiva non è nata con CreaCom, l’avevo prima, ma il lavoro svolto all’interno di Crea mi ha confermato nell’idea che questo è quello che voglio fare. La scrittura generalmente mi interessa e intendo approfondirla. Sono attualmente in finale L, ma ho intenzione di passare a un corso di scrittura creativa che mi permetterà di imparare la scrittura in tutte le sue forme, non solo la sceneggiatura.

Benjamin Maublanc (Presidente della Creative Community) – Una comunità creativa è come una casa in cui persone di ogni estrazione sociale vanno e vengono, si incontrano e si scambiano. Senza creare necessariamente una passione, sono profondamente convinto che la nutra. Impariamo tutti gli uni dagli altri e facciamo progetti insieme. Non è banale ed è un’esperienza molto bella che consiglio.[/spoiler]

Perché hai scelto Minecraft per produrre la serie e non un altro gioco / strumento di creazione?

[spoiler]Benjamin Maublanc (Presidente della Creative Community) – Minecraft è il gioco su cui abbiamo girato la nostra prima produzione, StarCube: Galaxy, quindi non ci siamo arresi. È una risorsa molto interessante, diversificata e ampiamente modificabile (costumi, scenografie). La possibilità di poter creare universi completamente diversi nello stesso gioco ci ha davvero attratto, poiché questo è lontano dal caso di tutti i videogiochi che consentono di realizzare macchine.

Nicolas Taburno (Direttore di Noctis) – Minecraft è stato il nostro principale strumento di produzione sin dall’inizio dell’associazione, quindi non si trattava di scegliere un gioco per produrre Noctis, ma piuttosto di consentire a Minecraft di proiettare questo universo e questa storia.

Fran1cois Javerliat (scrittore di Noctis) – Oltre all’associazione passiva, Minecraft consente anche molte modifiche che ci permettono di creare un ricco universo senza essere limitati dai limiti del gioco (anche se ce ne sono alcuni però).

Quentin Salmon (scrittore e creatore di Noctis) – Anche se non lavoro molto sulla parte tecnica, posso dire che la scelta di utilizzare Minecraft è molto facile da spiegare: la libertà creativa che trovi lì. Sii in grado di creare i tuoi set dalla A alla Z, controllare i personaggi e così via. Fare machinima è davvero pratico, anche se ci sono comunque alcune limitazioni.[/spoiler]

Il film di Noctis è stato scritto in precedenza o è stato scritto durante gli episodi?

[spoiler]Fran1cois Javerliat (scrittore di Noctis) – La struttura principale, che abbraccia le diverse stagioni, è già stata posta. Abbiamo scritto i contorni e le scene per ogni episodio della prima stagione in modo indipendente. Per quanto riguarda i dialoghi, invece, scriviamo un episodio alla volta, avendo sempre un episodio in anticipo (l’episodio 2 è scritto alla fine dell’episodio 1, ecc.).

Quentin Salmon (scrittore e creatore di Noctis) – Quello che devi sapere è che prima di essere portato come serie minecraft machinima, Noctis esisteva già come videogioco. Era un piccolo gioco realizzato con RPG Maker Vx Ace, ma sfortunatamente non è mai apparso. Quindi c’erano già un universo e personaggi molto prima della creazione della versione Machinima. Il frame del videogioco è stato anche parzialmente utilizzato per il frame machinima. Altrimenti, come ha detto François, abbiamo già scritto per la prima stagione, fatta eccezione per i dialoghi che facciamo episodio dopo episodio. Per le altre stagioni abbiamo già le linee principali.[/spoiler]

Quanto tempo ci vuole, dall’idea di base alla scrittura alla rappresentazione finale, per disegnare un episodio di Noctis?

[spoiler]Nicolas Taburno (Direttore di Noctis) – Difficile valutare al pilota a causa della maggiore durata dell’episodio (30min contro un target di 20 per il resto della stagione), la cura aggiuntiva da porre in un lancio di serie e soprattutto in relazione alle tante complicazioni che produzione ostacolata. quest’anno. Nello specifico il manoscritto finale è stato consegnato a fine novembre 2014. Il taglio tecnico per preparare le riprese era pronto a fine dicembre. Abbiamo quindi dovuto aspettare fino ad aprile 2015 per iniziare a girare a intermittenza con il montaggio. Queste due fasi si sono concluse ad agosto. Tutto il mese di settembre è stato dedicato allo sviluppo degli effetti visivi mentre ottobre è stato dedicato principalmente alla composizione musicale e al sound design. Dobbiamo anche considerare l’enorme investimento necessario per la creazione dei set dei nostri produttori, il concept di circa 90 skin, nonché la registrazione delle voci che è avvenuta parallelamente alle riprese. Completamente in cantiere, sicuro.

Fran1cois Javerliat (scrittore di Noctis) – Se torniamo all’idea di base di Noctis, dovrebbero essere alcuni anni! In ogni caso, ci auguriamo che la produzione sia più facile e veloce per i prossimi episodi, ma è vero che a volte è estenuante garantire un lavoro con un ritmo abbastanza duraturo oltre a tutti i doveri personali di ciascuno di essi. ni …

Quentin Salmon (scrittore e creatore di Noctis) – Non conto il numero di ore in cui lavoro in Noctis, quindi non posso fornire un numero esatto, ma so che ognuno di noi dedica molto tempo a lavorare sui macchinari. La produzione del pilot è stata lunghissima già a causa di molte complicazioni, ma anche a causa dell’allestimento del palco, della creazione di skin, musica, set, ecc … Abbiamo anche dovuto conoscerci, imparare a lavorare insieme basati l’uno sull’altro. Non è possibile incorporare attrezzature efficaci! In ogni caso, di solito passiamo meno tempo a produrre gli altri episodi.[/spoiler]

Parlaci delle complicazioni e degli ostacoli che hai incontrato finora.

[spoiler]Nicolas Taburno (Direttore di Noctis) – Ce n’erano così tanti durante la produzione che potremmo facilmente realizzare un lungometraggio mettendo insieme ciascuno dei nostri piccoli aneddoti. Poiché l’associazione stava attraversando una fase di rinnovamento, ci mancavano in particolare i compositori, che mettevano fine al lavoro della musica, mentre semplicemente non avevamo i costumisti! Queste preoccupazioni ci hanno portato a cercare aiuto da generosi collaboratori esterni, nonché dai delicati mimi di François (noto come “Better Call Franki” nei circoli autorizzati), che ha creato l’aspetto di molti guerrieri blu e altri abitanti del villaggio mal lavati. Inoltre, c’erano problemi tecnici in varie forme (i guasti software e hardware non venivano più calcolati). Alla fine, abbiamo avuto anche dei problemi a registrare le canzoni perché i passaggi della sceneggiatura sono stati aggiustati. Tutto questo ora è in parte alle nostre spalle. La grande preoccupazione per il domani è la mancanza di tempo.

Fran1cois Javerliat (scrittore di Noctis) – NAMEOH! Stanno benissimo i miei paesani prima lavati male! Più seriamente, ho dovuto imparare a creare skin al lavoro e devi sapere che non è la mia cosa preferita, è una specie di ostacolo psicologico quando vedo l’elenco di 90 skin da realizzare (ride)

Quentin Salmon (scrittore e creatore di Noctis) – La produzione dell’episodio 1 è stata a dir poco difficile e abbiamo dovuto affrontare diverse cose. Oltre a quanto hanno detto i miei due amici poco prima, ho avuto personalmente problemi con il computer per alcuni mesi. Siamo arrivati ​​al punto degli incontri per telefono. Ma anche così sono stato mio malgrado “rimosso” dal progetto per un certo periodo di tempo. Ora tutte queste preoccupazioni sono finite, ma come ha detto Nico, il prossimo grande problema che dovremo affrontare sarà la mancanza di tempo …[/spoiler]

Cosa ti piace di più / ti interessa di più produrre Noctis?

[spoiler]Nicolas Taburno (Direttore di Noctis) – Mi piace particolarmente lavorare da una storia e da un universo che è stato creato con cura da altre persone per cercare di mostrarlo nel modo più rispettoso possibile sullo schermo. Una grande esperienza cambia le mie abitudini e le mie paure su una possibile mancanza di libertà e spazio per la sperimentazione sono rapidamente aumentate. Altrimenti, le due fasi che per me davvero si distinguono sono il montaggio in cui le immagini nascono davvero con tutti gli inganni invisibili e delicati che provoca, così come il design degli effetti visivi che mi ha permesso di avventurarmi in nuove ed emozionanti. terre. Sicuramente le fasi finali dove lo sforzo risulta.

Fran1cois Javerliat (scrittore di Noctis) – Come Nicolas, mi piace molto scrivere qualcosa che sarà prodotto da qualcun altro. È un’esperienza che non ho mai avuto prima e molto ricca. È davvero un’enorme curva di apprendimento su come lavorare in un team e probabilmente fa qualcosa insieme che rende il progetto così eccitante. Dopo tutto, il cinema è un’arte divisibile.

Quentin Salmon (scrittore e creatore di Noctis) – È un’esperienza davvero unica creare un universo e vederlo utilizzato dagli altri. È davvero bello vedere questo universo arricchito dai miei compagni di squadra e quando vedo il risultato finale sono davvero orgoglioso, ma soprattutto contento del lavoro che gli altri hanno contribuito. Nico ha fatto un lavoro pazzo come regista e io sono un vero amante della musica. Altrimenti, mi piace particolarmente la mia scrittura, lo sviluppo della struttura e la creazione dell’universo, quello è il momento in cui sono nella mia vescica. Ma è ancora meglio dopo, quando presento ad altri quello che ho scritto e loro mi danno la loro opinione, ci scambiamo e costruiamo insieme il progetto.[/spoiler]

Hai altre informazioni da aggiungere?

[spoiler]Benjamin Maublanc (Presidente della Creative Community) – La nostra associazione ha molti progetti. Attualmente stiamo lavorando, oltre a Noctis; su StarCube Stagione 1: Galaxy, una serie online di macchine fantascientifiche che apparirà entro la fine dell’anno. Se l’idea di partecipare a questi bellissimi progetti con noi ti interessa, sappi che il nostro studio sta reclutando.

Nicolas Taburno (Direttore di Noctis) – Attualmente stiamo lavorando all’episodio 2, cercando di venire a patti con i nostri rispettivi programmi, ma l’attenzione è principalmente di qualità (è anche molto aziendale, ma vi assicuro che lo pensavamo). Ci auguriamo che il risultato ti piaccia! Ah! e quattro piccole parole dolci per chi si riconoscerà: PLUS. MAI. DE. RITA.

Fran1cois Javerliat (scrittore di Noctis) – Vieni a creare skin! * fa oscillare caramelle sotto il naso dei netizen *. Altrimenti, per quanto riguarda il rito, era la scena più difficile da mettere in scena e da girare. Ma dal momento che è così carina, abbiamo programmato con Quentin di metterne uno in ogni episodio e di fare un episodio speciale di 45 minuti che riguardava il rituale. Ma shhh, Nicolas non lo sa ancora … (sorride)

Quentin Salmon (scrittore e creatore di Noctis) – Stiamo reclutando! Davvero, per far vivere l’associazione e per poter portare avanti serenamente i nostri progetti, abbiamo bisogno di quante più persone possibile che ci aiutino. Ci sono molte posizioni diverse, alcune delle quali estremamente poche … Per i costumisti (quelli che si prendono cura delle pelli) per esempio, che attualmente sono … zero. Inoltre, tra due episodi di Noctis, i bonus sulla produzione degli episodi o sull’universo compaiono regolarmente, quindi non esitate a dare un’occhiata al canale o al sito web … Diverse sorprese in arrivo![/spoiler]

La community creativa sta reclutando!

Come hai potuto vedere dall’ultima domanda dell’intervista, CreaCom ha bisogno di più persone nel suo team per poter continuare i suoi progetti senza troppe preoccupazioni. Se sei interessato, ti invito a visitare il loro sito web per conoscere le posizioni disponibili:

http://creativecommunity.fr/recrutement.html

Far parte di questo team è, credo, una grande esperienza lavorativa e un ottimo modo per fare amicizia. Se pensi di avere le capacità necessarie per svolgere uno dei loro compiti, fallo!

NOCTIS – Episodio 1: I Salmi della Notte

Non perdere l’occasione di guardare la serie!

Link utili

La comunità creativa su Youtube.

• Ilia sito web.

La comunità creativa su Twitter.

Corretto da TheShining

Riconoscere per dare questo post!
Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *