Quando le anatre diventarono selvagge

Luciano Greco
Luciano Greco

Quando le anatre diventarono selvagge

Quando le anatre diventarono selvagge è una mappa interamente creata grazie a WorldPainter in cui vari mondi tutti diversi ed eccentrici come l’altro si uniscono in una mappa di 2000 × 2000 cubi. Un mondo di imponenti architetture e terrapieni creati da mustafa74 accompagnato dal suo compagno rastammole, due persone piene di fantasia. Una mappa destinata anche a sopravvivere, dove le nostre idee sono ostacolate da costruzioni gigantesche e dove siamo a misura di formica.

Mescolando originalità, fantasia, edifici sproporzionati e folli dei due registi Quando le anatre diventarono selvagge ha saputo trasportarci nel suo universo.

Ammira questo fenicottero circondato da piante acquatiche

Vedrai anche che ogni animale corrisponde all’ambiente circostante, ad esempio qui, il fenicottero si fonde con le montagne distinguibili sullo sfondo dell’immagine e inoltre non è scalabile. Alberi, o anche montagne, come la maggior parte degli animali, umani o altre costruzioni presenti su questa mappa. Quindi possiamo dirlo mustafa74 e rastammole non voleva rendere questa mappa qualcosa di realistico, ma per formare il proprio universo.

Sì, signore e signori, è davvero un autobus che è bloccato nella parte posteriore dell’animale

Sono presenti tantissimi cavalli, tutti con il proprio stile. Troverai anche una formica gigante, un maiale che vomita arcobaleno, rinoceronti cavalcati da cavalieri che reggono una carota per guidarli, pesci volanti e altro ancora, questo è solo un piccolo elenco di tutti gli edifici presenti sulla mappa.

Possiamo percepire che ogni parte della mappa è bellissima e davvero unica, è come se stessimo viaggiando da un universo all’altro, ma in uno stesso mondo con la sola richiesta di ammirare il paesaggio divertendoci.

Un pomodoro volante è del tutto normale

I registi ci dicono di non aver assunto alcuna sostanza illegale durante la creazione della mappa. Con tutto questo, è difficile credergli.

Nonostante tutti questi punti positivi, alcune lacune sono presenti come una giraffa con blocchi mancanti o addirittura alcuni edifici che prendono fuoco da soli e, un grande punto debole, il punto impressionante dove atterriamo in mezzo a montagne di ossidiana. Comunque sull’argomento ufficiale c’è scritto che atterriamo sul pony con il bus ancorato nell’asse posteriore.

CINEMATICA:

LINK UTILI:

Link all’argomento ufficiale
Scarica

INSTALLARE:

1. Scarica la mappa.

2. Utilizzare il software di estrazione (WinRAR, 7Zip, ecc.) Per aprire il file della mappa.

3. Trova la cartella .minecraft. La posizione varia a seconda del sistema operativo:

 Palazzo delle anime perdute

Windows: premere i tasti contemporaneamente  Palazzo delle anime perdute +  Palazzo delle anime perdute e digita% appdata%.

 Palazzo delle anime perdute

Mac OS: la cartella Minecraft si trova in:

Utente> Libreria> Supporto applicazioni.

 Palazzo delle anime perdute

Linux: premere i tasti contemporaneamente  Palazzo delle anime perdute +  Palazzo delle anime perdute e digita .minecraft. Conferma e sarai portato direttamente alla directory (solo GNOME, CTRL + H nella directory personale per altri ambienti grafici).

4. Aprire la cartella di salvataggio ed estrarre la cartella della mappa in quella cartella.

5. Chiudi la cartella e avvia Minecraft. Il tuo gioco viene visualizzato nel menu Giocatore singolo.

Riconoscere per dare questo post!
Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *